Ferdinando Branca

Professore associato di Orticoltura e floricoltura [AGR/04]
Ufficio: Via Valdisavoia, 5 - 2° piano
Email: fbranca@unict.it
Telefono: 095 234307
Orario di ricevimento: Martedì dalle 09:00 alle 14:00


Nel giugno 1987 ha conseguito la laurea in Scienze Agrarie, indirizzo Produzione vegetale, presso l'Università degli Studi di Catania con la votazione di 110/110 e lode. Dal 1988 al 1991 ha frequentato il IV ciclo di Dottorato di ricerca in "Produttività delle piante coltivate" presso l'Università degli Studi di Catania e nel maggio 1992 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca Dal novembre 1985 al febbraio 1994 ha collaborato prima l'Istituto di Orticoltura e Floricoltura dell'Università degli Studi di Catania, in qualità di allievo interno, e dal 1987 all’aprile 1992 ha collaborato professionalmente con l’Istituto di Orticoltura e Floricoltura dell’Università di Catania per lo svolgimento di ricerche finanziate da Enti diversi. Dal marzo 1992 al febbraio 1994 è stato fruitore di una borsa di studio biennale del C.N.R., finanziata nell’ambito del progetto finalizzato R.A.I.S.A., e nel luglio 1995 ha preso servizio presso la Facoltà di Agraria di Catania con la qualifica di ricercatore (SSD G02C prima e AGR04 dopo). Dal 2007 è professore associato dell'Università di Catania per il SSD AGR04 afferendo prima al DOFATAe ad oggi al DISPA. Dopo il conseguimento della laurea ha svolto ricerche riguardanti la produzione sementiera di Allium cepa L. e Lactuca sativa L. e studiato aspetti inerenti alla diversificazione della produzione orticola approfondendo aspetti di biologia e di adattamento in coltura protetta di alcune specie ortive diffuse in altri contesti geografici, neglette e/o notoriamente coltivate in pien’aria, e della flora spontanea di interesse alimentare. Ha avviato per diverse specie erbacee spontanee di interesse alimentare l’individuazione dei siti di diffusione, la raccolta e la conservazione dei materiali di propagazione, lo studio delle caratteristiche biologiche dei materiali raccolti e la valutazione dell’adattabilità in coltura sia in pien’aria che in serra fredda, nell’ambito di diversi progetti di ricerca. Ha svolto con continuità dal 1994 ad oggi attività di raccolta, caratterizzazione e di valutazione di specie spontanee e coltivate di Brassicaceae. Particolare attenzione ha posto sul germoplasma siciliano di cavolfiore violetto per il quale è stata effettuata la raccolta e la conservazione delle cultivar locali, la caratterizzazione dei principali tratti morfobiologici, agronomici ed aromatici, la valutazione del profilo dei composti glucosinolati e dell’idoneità alla surgelazione, l’individuazione di fonti di tolleranza a Xanthomonas campestris pv campestris, e sono state ottenute diverse linee sintetiche ed androgeniche. Ha studiato il profilo dei composti glucosinolati frequentando i campi sperimentali ed il laboratorio del prof. C.F. Quiros del Vegetable Crops Department dell’University of California (Davis). Ha approfondito aspetti relativi al miglioramento della produzione orticola delle colture protette nell’ambito del progetto “Applicazione di tecnologie innovative per il miglioramento dell’orticoltura meridionale” finanziato dal MURST-CNR. Ha partecipato quale responsabile di ricerca di diversi progetti di ricerca finanziati dall’Unione Europea, dai Ministeri dell’Agricoltura e Foreste, delle Risorse Agricole e Forestali, dell’Istruzione e della Ricerca, e dell’Assessorato Agricoltura e Foreste della Regione Siciliana. E’ membro della Società Italian di Orticoltura (SOI),della Società Italiana di Agronomia (SIA) e dell’International Society of Horticulture Science (ISHS). E’ chair del Brassica Working Group dell’European Coordinating Programme on Genetic Resources coordianto da Bioversity International fin dal 2006 e dal 2014 è vice chair della Section Vegetables - Roots, Tubers, Edible Bulbs, Brassica and Asparagus dell’International Society for Horticultural Sciences (ISHS). E’ autore di circa centottanta pubblicazioni inerenti alla valorizzazione del germoplasma di specie spontanee e coltivate di interesse ortivo ed officinali per la qualificazione e l’innovazione delle corrispondenti produzioni.

Conservazione e valorizzazione del germoplasma di specie di interesse ortofloricolo ed officinale,  propagazione e produzione sementiere, sistemi e metodi colturali a basso impatto ambientale, caratterizzazione biometrica, biochimica e genetica di specie di interesse ortofloricolo ed officinale, innovazione di prodotto e di processo